Interpellanza ‘Moderazione e posteggi a Gordemo’

La problematica relativa alla moderazione del traffico e alla gestione dei posteggi nella frazione di Gordemo è al centro di un’interpellanza inoltrata negli scorsi giorni dal consigliere comunale di Gordola Nicola Matasci, del gruppo Plr. In essa viene rilevato che “l’assenza di una moderazione del traffico sulla via principale che attraversa la frazione, ossia via Gordemo, e la presenza di numerose automobili che non sempre rendono facile e sicura la convivenza fra i vari utenti della strada, si pensi in particolare ai pedoni e ai bambini, esigono un intervento da parte dell’autorità comunale”. L’esigenza di un intervento è evidente , aggiunge l’interpellante, e “il Municipio sembrerebbe esserne consapevole”. Di più: “Via Gordemo è luogo di svago e di percorso anche per quanto riguarda la mobilità lenta, si pensi ai bambini che sulla strada regolarmente ci giocano anche. Si ribadisce pertanto l’esigenza di valutare un intervento mirato anche alla moderazione del traffico, oltre che a un posteggio pubblico. Per esempio, come intervento moderatore del traffico, si potrebbe valutare la possibilità di ubicare degli stalli lungo la carreggiata di via Gordemo, senza spendere cifre esorbitanti”. Il gruppo Plr il 5 maggio 2015 aveva già presentato una mozione con la quale chiedeva la costruzione di nuovi posteggi pubblici a Gordemo. Ricordando l’iter che ne era susseguito, viene chiesto come mai i progetti precedenti, volti al miglioramento della situazione veicolare e stradale a Gordemo, sono stati abbandonati, quando è il Municipio stesso ad ammettere l’esistenza di un problema di ordine e sicurezza stradale. Inoltre, “come intende dare seguito il Municipio al ritiro del messaggio 1339 “Formazione di nuovi posteggi pubblici a Gordemo”? E come valuta la possibilità di proporre un progetto unico che integri sia la creazione di nuovi posteggi pubblici, sia la moderazione del traffico a Gordemo, in particolare su via Gordemo (vedi, per esempio, creazione di posteggi lungo la carreggiata)? Infine, “come valuta il Municipio la possibilità di proporre un intervento che non comporti costi ritenuti eccessivi e che sia di tipologia e di estensione adeguata?”.

Pubblicato su laRegione del 09 gennaio 2017